Benché non esista più un tariffario minimo a cui rifarsi per stabilire le proprie tariffe, alleghiamo come riferimento, l'ultimo deliberato nel 2013 dalla FNCO,  pur tenendo conto del mercato odierno.

E' corretto munirsi di un Blocchetto Ricevute per prestazioni sanitarie (sul quale è già specificato in calce che la prestazione sanitaria è esente iva) e di TIMBRO che specifichi:
  • NOME E COGNOME
  • INDIRIZZO
  • NUMERO DI TELEFONO
  • PARTITA IVA E/O CODICE FISCALE.
Il timbro va apposto su ciascuna ricevuta.
Documenti collegati: